LEI ED IO. RITRATTI A PAROLE E IMMAGINI DELLA FEMMINILITA’ (2015)

LEI ED IO. RITRATTI A PAROLE E IMMAGINI DELLA FEMMINILITA’ (2015) Uno, nessuno, centomila. Quanti sono i volti della femminilità? Ce lo raccontano l’autrice Lorenza Fruci e la fotografa Nina Baratta che, nel corso di un anno, hanno intervistato e fotografato undici donne nel tentativo di aprire una finestra sulla complessità del mondo femminile, e su cosa voglia dire essere e sentirsi donna. Il libro è edito Cultura e dintorni.

BETTY PAGE. LA VITA SEGRETA DELLA REGINA DELLE PIN-UP (2013)

BETTY PAGE. LA VITA SEGRETA DELLA REGINA DELLE PIN-UP (2013) È il 22 aprile del 1923 quando in una casa di Nashville nasce una bambina destinata a diventare una star. Un sorriso che s’imporrà per sempre come simbolo della sensualità e della gioia di vivere la sessualità, dietro cui si nasconde l’impressionante storia di una vita vissuta ai margini, la cui oscurità è stata sovrastata dall’accecante luce del mito. Un’infanzia

BIGLIETTO, PREGO (2012)

ALL’INTERNO DELL’ANTOLOGIA “BIGLIETTO, PREGO” (2012) IL RACCONTO “LA SFIGA” DI LORENZA FRUCI 21 scrittori italiani, sempre in bilico su una strada incapace di essere definita per colpa di un quotidiano pieno di trappole e sorprese, raccontano la vita dei pendolari, dei precari, dei viaggiatori forzati, attraverso i propri occhi e quelli di un fotografo, creando percorsi alternativi, tracciati da chi non vuole nascondersi tra i binari imposti dall’esigenza né tantomeno

BURLESQUE. QUANDO LO SPETTACOLO DIVENTA SEDUZIONE (2011)

BURLESQUE. QUANDO LO SPETTACOLO DIVENTA SEDUZIONE (2011) Cos’è il new burlesque? Qual è la sua storia? Chi sono le sue interpreti più rappresentative? Il libro di Lorenza Fruci racconta l’epopea di questa singolare forma di spettacolo e la sua affermazione negli anni Novanta, il suo carattere di fenomeno sociale e culturale e la sua contaminazione con le altre arti. Una vicenda appassionante, dove, al di là della significativa eredità del

MALA FEMMINA. LA CANZONE DI TOTO’ (2009)

MALA FEMMINA. LA CANZONE DI TOTO’ (2009) Chi fosse la vera musa ispiratrice della canzone Malafemmena si è saputo solo di recente grazie alle dichiarazioni di Liliana de Curtis, figlia del principe Antonio de Curtis, in arte Totò. Fu infatti lui nel 1951 a comporre la canzone, scrivendone parole e musica, senza peraltro essere né musicista, né paroliere. Eppure, Totò non la incise mai, né mai la cantò in pubblico,