Lorenza Fruci
Lorenza Fruci, nata e cresciuta a Roma, è giornalista e scrittrice. Si occupa prevalentemente di temi al femminile, di costume, spettacolo e cultura.
Si appassiona al giornalismo per assecondare la sua innata curiosità: già alle elementari scriveva per i suoi compagni di classe le recensioni dei film della Disney che la Rai mandava in onda ogni giovedì sera per i ragazzi. Il suo primo articolo è stato su “Herbie, un maggiolino tutto matto”.
Fin da bambina scriveva pagine e pagine di diario e la penna era la sua migliore compagna. In adolescenza si è lasciata conquistare dalla fotografia che l’ha portata in giro per le città a interpretare la vita in immagini. Di fatto la fotografia è e resterà il suo primo grande amore perché nella vita di tutti i giorni continua a inquadrare piuttosto che a guardare. Ama Susan Sontag, Henri Cartier-Bresson, Robert Mapplethorpe e David La Chapelle.
Dopo essersi laureata in pubblicità in Scienze della Comunicazione con una tesi sul fotografo Helmut Newton, inizia a praticare “il mestiere più bello del mondo”, affiancando parole alle sue fotografie. Comincia lavorando per varie riviste romane e, articolo dopo articolo, arriva a scrivere su mensili e quotidiani nazionali, diventando giornalista. Successivamente la scrittura la fa approdare al mondo dell’editoria. Oltre a diversi racconti e poesie, ha pubblicato i saggi “Mala femmina. La canzone di Totò” (Donzelli 2009), “Burlesque. Quando lo spettacolo diventa seduzione” (Castelvecchi 2011) e la biografia “Betty Page. La vita segreta della regina delle pin-up” (Perrone 2013). Oggi ama visceralmente scrivere libri. Vorrebbe avere almeno uno dei neuroni di Italo Calvino, Marshall Mcluhan e Luigi Pirandello.
Adora Alda Merini. Negli ultimi tempi è stata conquistata dal fascino dei documentari e ha realizzato il corto “Cortile”, selezionato dal festival ARCIPELAGO Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini all’interno della rassegna Nuovi romani: l’altro sguardo, e documentari tra cui “La Zibaldina. Una storia di crowdfunding” che si è classificato secondo al Premio Chiara Baldassari 2013 e “Burlesque. Storia di donne”.
La passione è il mordente della sua vita che non la mollerà mai.
elleffe factory&comunicazione è la sua factory creativa con la quale si occupa di comunicazione, editoria, giornalismo e cultura, utilizzando lo storytelling, il web e i media tradizionali. Idea e cura anche iniziative culturali, eventi, rassegne.

Per altre informazioni www.lazibaldina.com
Per contatti posta@lorenzafruci.it